Quale violenza agli operatori della salute?

Pubblicato il Pubblicato in Notizie


 
Giovedì 14 marzo. Telequattro. Ring. Intervista all’Assessore alla Salute Riccardi.
L’Assessore Riccardi mi ha citato con nome e cognome per la “violenza” in certi momenti delle critiche nei confronti degli operatori della salute aggiungendo di essere addolorato perché non se lo meritano.
 
Sono rimasto sbalordito perché credo di non essermi mai e in nessun modo espresso con “violenza” verso chi opera in sanità.
 
Mi è sembrata un’offesa, io tendo a sorvolare sulle offese, ma ho ripensato alle parole dall’Assessore, in particolare “violenza”, e mi sono venute in mente altre forme di “violenza”, ho pensato alle condizioni di lavoro in cui si sono trovati ad operare gli infermieri della Centrale Sanitaria di Palmanova, la SORES, fermi sui computer 6-12 ore continuative senza poter fruire delle pause obbligatorie a tutela della salute di chi lavora continuativamente sui video terminali.
 
Alcuni mesi fa, era il 17 ottobre 2018, la FIALS aveva scritto: “non risultano essere ancora rispettate le norme di cui al D.Lgs. 81/08, in particolare rispetto alla corretta illuminazione degli ambienti ed alle pause di 15 minuti previste ogni 2 ore di attività per i lavoratori esposti a rischio VDT; nemmeno la formazione specifica è stata eseguita, nonostante la norma preveda debba essere eseguita prima dell’inizio dell’attività e dell’esposizione al rischio stesso. Alcuni colleghi hanno tra l’altro autonomamente provveduto ad acquistare occhiali protettivi per poter lenire i fastidi causati dall’esposizione ai VDT (ogni operatore svolge come noto la propria attività utilizzando simultaneamente 3 monitor).”
 
E’ dall’aprile 2017che questi operatori hanno lavorato con tale esposizione di rischio. Sono passati 5 mesi dalla denuncia del sindacato. Si è provveduto in merito? Gli operatori di Palmanova lavorano finalmente protetti dal rischio come prevede la legge?
 
Walter Zalukar
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*